mercoledì 10 ottobre 2007

Un rimedio contro i medici generici



I medici di famiglia, cosiddetti generici, sono la prima linea di difesa che una persona normale, non competente in campo medico, ha contro quelle che sono definite in gergo "magagne". Questi pseudospecialisti / medici sono persone che il più delle volte con la medicina vera e propria non hanno nulla a che fare. Ma come? Direte voi, sono dottori, coloro che curano. In teoria dovrebbe essere così, ma il più delle volte brancolano nel buio di un’ignoranza fatta di un inadeguato aggiornamento e di mancato amore per la propria professione e verso il prossimo bisognoso di cure. Questi "dottori " riescono a curare benissimo raffreddori vari, influenze e tutte quelle patologie di lieve entità che il più delle volte il paziente gli presenta, ma non appena si trovano di fronte a qualcosa che devia dalla normale routine non sanno letteralmente dove sbatte la testa. Questa constatazione la faccio su base mia personale in quanto, l’anno scorso ho avuto un problema che 1 ragazzo su 5 presenta in età giovanile e se non curato può portare problemi anche seri in età adulta (questo sarà oggetto di un futuro post.). Per venire al punto, questo mio problema l’ho scoperto perché, "io" ho insistito con il medico di base per effettuare una serie di accertamenti specifici. Cosa che ritengo molto strana visto che quello che deve insistere per il bene e la salute delle persone è proprio il medico. Non contento, poi, con tutti gli accertamenti in mano SECONDO LUI non c’era nulla di strano, che dovevo lasciare tutto com’era. Alla fine lo specialista cui mi sono rivolto ha consigliato una serie di terapie ed un piccolo interventino in day-hospital e le cose sono andate per il meglio.
La morale di questo post è di far capire che il medico di base è una persona cui affidarsi con metro critico, non pendere dalle sue decisioni, avere spirito critico verso ogni cosa che fa, dice o prescrive. In fin dei conti è una persona in carne ed ossa, e in buona fede può commettere errori che sta a noi scoprire.
In definitiva un ottimo rimedio contro i medici generici, o meglio, contro le loro talvolta errate decisione è la propria INTELLIGENZA e la propria CRITICA costruttiva verso il loro operato.

4 commenti:

Il compare ha detto...

Pensa che il mio in seguito a una patologia che avrebbe potuto mettere a rischio grave cuore, reni e polmoni ad un certo punto ha alzato le spalle e detto:"Bhè...comè venuto se ne andrà"...

Tre mesi dopo mi tolsero le tonsille...esteticamente sane...belle rosa...ma con una carica batterica di strepto-stafilococchi che poteva banchettare con i suddetti organi in meno di un paio di mesi lasciandomi con una bella valvola porcina al cuore...ringrazio ancora lo staff di Narne per avermi salvato le chiappine...e purtroppo di episodi simili ne potrei raccontare molti altri ancora circa il dottore nostro di famiglia

Giò ha detto...

è già, e molti altri se ne possono raccontare anche da parte mia, ma ho come impressione che mi ci vorrebbe proprio un blog dedicato! ciao gallo!

Whaizer ha detto...

Bravo Giorgino, effettivamente si fa affidamento ai dottori di base pensando possano essere la panacea di tutti i mali... ma se esistono gli specialisti, ci sarà un motivo no???

Giò ha detto...

grande zio! infatti è quello che vado predicando da un pò di tempo!